Una scopata anale con Marco, l’istruttore della palestra

Tutto è iniziato in palestra. Una sera sono rimasto solo con alcuni ragazzi e Marco, uno dei personal trainer. Sono andato negli spogliatoi perché volevo fare la doccia. Quando sono uscito dalla doccia, ho visto che nello spogliatoio era rimasto solo Marco. L’ho visto tutto nudo per la prima volta. Aveva un corpo davvero sexy ed era tutto sudata. Il suo cazzo era quasi duro! In quel momento ho sentito il mio culo pulsare di desiderio davanti a quello stallone così sexy e muscoloso. Mi sono immaginato come sarebbe una scopata anale con quel bel cazzo grande e grosso!

“Vado a farmi una doccia ma una sera mi piacerebbe di uscire insieme” disse Marco. Mi sono subito emozionato perché non mi aspettavo di essere notato da uno degli uomini più sexy della palestra. Ho risposto che sarebbe piaciuto anche a me.

Nei giorni successivi ho continuato a parlare con Marco in palestra. Ma, una sera in cui volevo fare la doccia, Marco si è avvicino e mi chiese che se volevo potevo andare a farmi la doccia a casa sua. Vi rendete conto che ero un po’ scioccato ma ho accettato all’istante.

Dopo che entrambi abbiamo finito di fare la doccia, ci siamo seduti sul divano, abbiamo parlato e bevuto qualche bicchiere di vino. Marco era molto curioso della mia trasformazione e gli ho raccontato tutto.

“Sono un ragazzo curioso e ho visto tantissimi video porno transessuali ma non sono mai stato con un trans”, disse.

Si è messo di fronte a me e ho notato come il suo cazzo sotto i suoi pantaloncini era già diventato di ferro. Il mio sogno si stava realizzando!

“Vorrei che rimanga tutto tra noi perché non tutti sono di mentalità aperta, soprattutto in palestra”, disse Marco. Non sono nemmeno riuscito a rispondergli di non preoccuparsene perché aveva già tirato fuori il suo cazzo grosso.

Mi prese una mano e se la portò sul suo cazzo fantastico. Senza resistere alla voglia, cominciai a leccarlo e succhiarlo avidamente. Marco mi mise sulle ginocchia  mi infilò il cazzo in bocca tenendomi la testa con una mano e mi spinse il suo bel cazzo fino in gola. “Sei davvero bravo a fare dei pompini di gola profonda”, disse Marco che mi stava scopando la bocca.

Poi mi mise a pecorina sul divano e comincio a spalmare della saliva sul mio buco cercando d’infilarci le dita. Iniziò a spingere la sua grossa capocchia e poi spinse dentro il mio culo già bagnato dalla saliva tutto il cazzo duro come una roccia. Al inizio ho sentito dolore pero poi sentivo come il suo cazzo scivolava dentro di me e stava cominciando a piacermi da morire. Mentre gemevo dal piacere, Marco andava dentro e fuori sempre più forte e ogni tanto mi toccava le tette e il cazzo. Mi stava inculando cosi bene che sono venuto senza nemmeno toccarmi e allora ho sentito anche i suoi rantoli di piacere e poi anche la sua sborra calda inondarmi il culo. 

“Che scopata anale pazzesca! Da adesso in poi non ho più bisogno di guardare dei porno transessuali perché posso godermi il tuo culo quando voglio” disse Marco, con il cazzo ancora duro dentro il mio culo e poi si alzo per fare la doccia.

Leave a Reply

Your email address will not be published.